La ricerca di mercato per l’apertura di un punto vendita è stata sino a qualche anno fa una delle attività più onerose in termini di tempi ed economie: in pochissimi anni, però la situazione si è assolutamente ribaltata ed oggi è possibile verificare numeri e trend territoriali, con pochi euro, se non addirittura a costo zero. Ovviamente, come sempre accade, non tutti i professionisti si sono adeguati (o meglio hanno voluto adeguarsi) a tale gratuità e la ricerca di mercato per l’apertura di un negozio continua ad essere un prodotto in vendita, una consulenza importante, ben pagata, a cui non tutti i professionisti sanno rinunciare. E sai cosa succede? Succede questo: il piccolo aspirante imprenditore, si accorge che l’analisi è troppo costosa rispetto al suo investimento, e rinuncia lui. Rinunciandoci perde una grande opportunità di orientare la sua attività al business elevando, ahimè, le possibilità di insuccesso! Pazzesco. Questo accadeva sino a ieri. Questo accadeva prima del lancio del mio sito aprireunnegoziook.it. Se stai leggendo questo approfondimento ti suggerisco di continuare a farlo, perché quello che ho scritto qui e nei miei articoli correlati, è materiale esclusivo. Non lo trovi in giro! Gli altri non hanno interesse a dire come si fa a fare una ricerca di mercato per l’apertura di un negozio, anche se la maggior parte di queste analisi sono gratuite.

geomarketing

Come fare una ricerca di mercato per l’apertura del negozio in economia

Innanzitutto chiariamo che la ricerca che farai, quella contestualizzata al tuo bacino di utenza, si chiama geomarketing, non marketing territoriale. In tanti lo confondono ma sono due aspetti assolutamente differenti.

“Il geomarketing è un approccio di marketing che utilizza le informazioni riferite al territorio (dati georeferenziati) per analizzare, pianificare ed attuare le attività di marketing. Erroneamente è confuso con il marketing territoriale. Per marketing territoriale si intende quel complesso di attività che hanno quale specifica finalità la definizione di progetti, programmi e strategie volte a garantire lo sviluppo di un comprensorio territoriale nel lungo periodo.”

Quindi, a meno che tu non voglia promuovere una intera area quello su cui ti devi focalizzare per fare una ricerca di mercato per l’apertura del tuo negozio è il geomarketing. Ora che abbiamo chiarito questo passaggio vediamo quali sono i passi fondamentali da fare per l’analisi. Prendi carta e penna e scrivi su un foglio le risposte a queste mie domande numerandole secondo l’ordine che gli ho dato io. Rispondi a tutte: se non ne conosci la risposta, non ti preoccupare e vai avanti lasciando lo spazio ed il numero in bianco. Questo esercizio ti servirà per capire quali sono le informazioni carenti, quelle che non hai. Questo esercizio ti darà la consapevolezza delle informazioni di cui hai bisogno prima di aprire il tuo negozio. Sei pronto? Partiamo!

  • 1. Identifica innanzitutto l'area geografica di analisi

    È una via? Un quartiere? Un comune?

  • 2. Descrivi il profilo del tuo cliente tipo a chi ti rivolgi

    Chi acquisterà principalmente il tuo prodotto/servizio?

  • 3. Definisci le altre variabili

    – VARIABILI DEMOGRAFICHE: quanti sono? E come sono: età, sesso, stato civile, famiglie. – VARIABILI SOCIO ECONOMICHE: Cosa fanno? Occupazione, reddito, istruzione, categorie sociali. – VARIABILI PSICO-GRAFICHE: attività, tempo libero, vita sociale – ANALISI SUL CONSUMO: è fondamentale conoscere la ripartizione del consumo. L’occasione d’uso, la frequenza d’uso sono variabili e possono spostarsi a seconda delle proposte del territorio. – POTENZIALI CONSUMATORI: Il numero di potenziali acquirenti è strettamente legato alla analisi sul consumo e ad altre variabili come l’estensione geografica. – SCENARIO ECONOMICO SOCIALE – BACINO DI UTENZA: all’interno di questa analisi si ritrovano i redditi, la densità di popolazione, la tendenza demografica, l’occupazione, la proprietà (se proprietari o affittuari).Questa analisi riporta anche la fotografia del territorio mediante l’indicazione delle scuole, uffici, attivita’ commerciali, palestre , banche, industrie. Inoltre, importante, la distribuzione dei veicoli commerciali, per immatricolazioni

Se a queste informazioni non sai dare risposta puoi iniziare visionando il sito di comuniitaliani.it. lì troverai tante informazioni semplici ed utili. Se invece, vuoi direttamente approfondire questo aspetto e sapere come fare una ricerca di mercato per l’apertura del tuo negozio, allora ti suggerisco di continuare l’analisi utilizzando gli strumenti che ho inserito gratuitamente nel mio E-Book, che puoi scaricare dal sito.

Sfatiamo alcuni luoghi comuni sulla ricerca d mercato per l’apertura di un negozio

Vediamo perché bisogna fare una analisi di geomarketing per l’apertura di un punto vendita. Ho sentito e letto, in questo ultimo periodo talmente tante e tali baggianate sul geomarketing che ritengo sia arrivata l’ora di fare un po’ di chiarezza! Voglio partire da quelle più scioccanti in cui mi sono personalmente imbattuta. Credo che come imprenditore o aspirante tale tu debba capire se hai necessità di fare questo tipo di analisi, come e quando farlo!

  • 1

    IL GEOMARKETNG NON SERVE SE SEI% UN PICCOLO PUNTO VENDITA

    È stata questa la risposta di uno specialista/account che avevo contattato qualche tempo fa. (l’account lavorava per una azienda produttrice di software GIS).
    È stato quello il picco massimo di “intollerabilità”!
    Ho risposto: “Quindi cosa significa? Se sei piccolo non ti serve investire tanto hai la morte certa? Sarai necessariamente mangiato dai grandi?”
    Incredibile!
    La verità è che il software e la consulenza sono troppo costose per un punto vendita indipendente.
    Almeno lo era sino a ieri. Oggi hai una soluzione alternativa….per fare geomarketing a costo zero.

  • 2

    IL GEOMARKETNG TI SERVE PER LA LOCALIZZAZIONE IN UN CENTRO COMMERCIALE

    A cosa? Se scelgo l’ubicazione in una galleria commerciale mi faccio dare i dati dalla galleria! (con tutto quello che spendo per il fitto, i dati di affluenza, la programmazione del calendario eventi e quant’altro sono un dritto!)
    E se la galleria commerciale non ha i dati di riferimento pensaci su molto attentamente, prima di decidere per quella location: vuoi riempire lo spazio nel centro commerciale o fare un business?

  • 3

    IL GEOMARKETNG NON SERVE, FAI UN GIRO NEL QUARTIERE E TI FAI UNA IDEA !

    “Mi sembra ci siano….” “il potenziale sembra buono…”
    Personalmente con i “mi sembra” non ho incontrato alcun imprenditore di successo. Purtroppo però, questo è quello che molti dicono o scrivono, sul web!
    Per carità, nessuno dice che il territorio non si debba conoscere a sensazione, le emozioni gli stati d’animo che sprigiona un luogo sono fondamentali per tutti noi.
    Quello che ci tengo a sottolineare è che non possono essere solo le sensazioni a guidare i nostri investimenti!
    Hai bisogno di conoscere il territorio! E puoi farlo solo con una ricerca di mercato per l’apertura del negozio mirata al tuo territorio.
    Mediante questa analisi potrai conoscere il potenziale del territorio cui l’attività commerciale sarà inserita.

Chi può utilizzare il geomarketing in una ricerca di mercato per l’apertura della attività commerciale?

Il geomarketing po’ essere utilizzato d tutte le aziende di ogni ordine e grado È flessibile e modellabile ed è un ottimo supporto per:

  • Valutare la domanda territoriale ed il suo potenziale
  • Fare una valutazione della concorrenza
  • Realizzare campagne di comunicazione mirate
  • Individuare il posto per aprire un negozio o una attività commerciale
  • Strutturare in modo ottimizzato la rete vendita (questo è necessario per le aziende)
  • Verificare il comportamento di acquisto del consumatore
  • e tanto altro ancora

Ma quanto costa una ricerca di mercato per l’apertura di un negozio realizzata con il geomarketing

Quando si sente parlare di geomarketing la prima reazione è quella di dire non fa per me! I più ponderati, invece, affermano : “Costa troppo, E poi a chi dovrei rivolgermi?” Se stai tentennando su queste domande ti rispondo subito.   Sono certa che queste mie risposte ti stupiranno. 1^ risposta: Costa 0 euro! Si hai capito bene, non costa assolutamente nulla, sono tutte informazioni reperibili sul web. 2^ risposta: Non ti devi rivolgere a nessuno! La puoi fare tu!   Anzi, se mi permetti, la devi fare tu! Sei tu che devi capire, in qualità di neo imprenditore, i valori del tuo business, i valor del tuo mercato. Spesso il neo imprenditore salta questa analisi poiché la ritiene eccessivamente costosa, ma così non è.   Possibile? È tutto disponibile? Si! Basta sapere dove e soprattutto cosa cercare!   Ti svelo infine alcuni nozioni chiave per fare una bona ricerca di mercato per l’apertura del tuo punto vendita: Bastano le fonti di dati secondarie. Nel marketing si definiscono così le informazioni già presenti sul web, o comunque già prodotte per ricerche studi ed analisi. Queste informazioni, già disponibili, e nella maggior parte dei casi gratuite, possono essere incrociate tra loro al fine di ottenere le informazioni necessarie all’avvio del proprio business. Tutto è commisurato al Bacino di utenza che si analizza. Se si deve fare una analisi territoriale di bacino, città, cap o quartiere, le informazioni, vanno commisurate al territorio di riferimento. Questo significa che non è necessario riempirsi con una mole spropositata di dati se poi il mio bacino di utenza è il quartiere. Ho visto in passato punti vendita riempirsi di dati sovra strutturati con tendenze nazionali, laddove invece una semplice base territoriale avrebbe dato molti più risultati, per capire dove aprire l’attività commerciale. Se vuoi sapere quali strumenti utilizzare per fare da subito alcune analisi puoi scaricare il mio E- Book, all’interno del quale troverai tutte le indicazioni utili per realizzare concretamente e autonomamente queste ricerche…e il tutto a costo zero! Non male, vero? Ricorda:

UNA PICCOLISSIMA ANALISI DI MARKETING TERRITORIALE PUO’ CAMBIARE RADICALMENTE LA RIUSCITA DELLA TUA ATTIVIITA’ COMMERCIALE.

Rifletti attentamente su questo passaggio: conoscere il potenziale del territorio ti rende consapevole delle scelte di marketing da attuare, ti permette di “aprire un negozio” DI SUCCESSO .


Luigia
Luigia

Luigia Gabriele Specialista in marketing retail per piccoli punti vendita indipendenti e shopper marketer. "Dopo tanti anni dedicati a lavorare personalmente con punti vendita indipendenti delle più disparate tipologie, ho deciso di riportare tutte le mie competenze sul web e di renderle disponibili a quanti come te hanno una attività commerciale. Credo che in un periodo di crisi come questo, in cui aprire la serranda è diventato una battaglia quotidiana, avere suggerimenti e consigli, e magari anche un luogo virtuale in cui trovare professionisti ed altri imprenditori con cui confrontarsi, possa essere fondamentale."

Lascia un tuo commento

    22 replies to "La ricerca di mercato per l’apertura di un negozio: come fare una analisi lowcost"

    • […] l’idea dell’imprenditore è necessario effettuare una analisi di mercato, in grado di dare le giuste “coordinate” per far “vivere l’attività commerciale che ci si […]

    • […] a conoscere il mercato. […]

    • […] preposto è la conoscenza del mercato, nel quale dovrai presentare la tua attività di ristorazione urbana con specifiche caratteristiche […]

      • albina Capogna

        vorrei aprire un pastificio con grani antichi pasta integrali farro camut ecc. preparazione di pasti pronti e diete specifiche da portare a domicilio
        a frosinone

    • […] L’operazione che risponde appieno a questa esigenza è una analisi di mercato. […]

    • Natascia

      Bello..e interessante!

    • Daniele

      Come è possibile contattarti

    • Salvatore

      Ciao Luigia,

      dove posso scaricare il tuo Ebook?
      Grazie mille in anticipo

      • Luigia

        Ciao Salvatore.
        puoi scaricare il mio Ebook dalla Home page di questo sito.

        Grazie a te e buon 2017!

    • Dario

      Salve come posso avere qualche imfo in più?

      • Luigia

        Ciao Dario.
        ho inserito alcuni ulteriori suggerimenti nell’EBook che trovi su questo sito.
        All’interno dell’Ebook trovi due strumenti di utilizzo.
        Se dovessi avere ulteriori necessità contattami.
        i miei riferimenti li trovi sempre su questo sito 🙂
        a presto

    • Elena

      Ciao.Ho trovato interessanti le informazioni date.Io ho solo un idea e non so da dove cominciare.Vorrei fare un progetto che rientra nei servizi alla persona.

      • Luigia

        Ciao Elena, per poterti aiutare ho bisogno che tu mi dia maggiori informazioni in merito alla tipologia di servizio che vuoi sviluppare e ad altri aspetti correlati.
        Puoi scrivermi qui, oppure inviarmi una mail a info@aprireunnegoziook.it
        a presto 🙂

    • carlo

      ciao, è possibile trovare il numero di residenti e la loro segmantazione in una determinata zona di milano?
      grazie
      carlo

    • Francesca cornacchia

      Ciao Luigia, sapresti essermi d’aiuto anche se il mio intento fosse quello di aprire uno shop online? È un’idea che mi ronza da un po’. Ovviamente l’idea sarebbe quella di iniziare con qualcosa di fattibile e che si possa rivolgere anche solo ad un bacino di utenti ridotto. Ma non saprei da dove partire. Ti ringrazio… e complimenti tutto molto interessante.

    • Kelly Santos

      Cia Luigia ho una attività Nails center in provincia di Teramo da 10 anni. Però per il prossimo anno 2022 vorrei aprire un altro centro però verso il mare, però prima di fare questo passo vorrei sondare il mercato Tra Marche e Abruzzo. Non vorrei fare passi sbagliati.

      • Luigia

        Ciao Kelly Santos,
        innanzitutto grazie per avermi scritto.
        Hai perfettamente ragione, è importante sondare il mercato perchè i territori cambiano e con essi cambiano le abitudini dei consumatori e le tendenze.
        Cmq tu hai un vantaggio in più. Conosci già il settore nel dettaglio, poichè già operi in questo ambito.
        Decisamente una analisi del territorio potrà darti molte informazioni utili, che potrai facilmente applicare al settore ed interpretare nella direzione giusta. Segui le indicazioni dei miei articoli e se hai bisogno di un ulteriore approfondimento scrivimi pure.
        Un grande in bocca al lupo!

    • Carlo

      Salve Luigia, Io vorrei aprire un bagno e tosature. L’analisi del mercato o geomarketing sia fondamentale

      • Luigia

        Ciao Carlo, per ogni attività ormai è diventato fondamentale fare una analisi di mercato.
        Sai, capire il giusto posizionamento prima di fare investimenti è il modo migliore per non buttare energie e soldi.
        (e questo che si decida di aprire una attività fisica o digitale… la situazione non cambia)
        Nel caso del settore Pet Food e Pet Care il mercato è cresciuto molto anche durante e ( diciamo…..) post-Covid, parliamo di oltre il 4% annuo.
        Ma visto che siete in tanti a chiedermi consigli su questo settore ho deciso che pubblicherò una articolo dedicato.
        Nei prossimi giorni controlla la posta ti comunicherò la pubblicazione del nuovo articolo! a presto e grazie ancora per avermi scritto, ogni commento mi da la possibilità di raccontarvi un pò di più di questo fantastico mondo delle attività commerciali al dettaglio! a presto!

Leave a Reply

Your email address will not be published.