Aprire un franchising o punto vendita indipendente? Cosa e come scegliere.

aprire franchising
Condividi

“Cosa devo fare? Aprire un franchising o un punto vendita indipendente?”

È questo uno dei primi dilemmi di chi si ha deciso di aprire una attività commerciale.

Essere completamente indipendenti aprendo un negozio proprio, o farsi guidare e..”cedere” parte della propria imprenditorialità ed aprire un franchising?

Se anche tu sei in questa fase ed il dubbio non ti lascia, allora ti suggerisco di leggere attentamente questo approfondimento, perché non ne troverai un altro così strutturato.

 

Devi sapere, innanzitutto che il mio punto di vista, il mio sguardo sul mondo commerciale è sopra le parti: io non sono né un franchisor, né un commerciante, ma semplicemente un professionista, che oggi vuole essere di supporto a tanti aspiranti imprenditori, come te.

semmai una parte ci dve essere è quella dell’imprenditore!

Se ti stai chiedendo perché lo faccio, perchè ho deciso di mettere on line tanti contenuti in modalità gratuita, puoi leggere qui.

Ma ti garantisco che i contenuti che troverai in questo approfondimento sono frutto di tanti anni di esperienza, sono unici, soprattutto per il modo in cui vengono analizzati.

 

Ok: Partiamo dalla domanda che ti stai ponendo.

Cosa faccio, quale strada devo scegliere? Apro un franchising o un negozio indipendente?

La risposta a questa tua domanda richiede un momento di approfondimento dedicato, perché questa scelta nel tuo percorso verso l’apertura di un negozio, è strategica.

 

In giro c’è una grande differenza di pensiero tra chi vede il franchising come una opportunità e chi invece lo vede come una meccanismo negativo.

Se cerchi o hai già cercato sul Web le informazioni che riguardano la possibilità di aprire un franchising e la sua applicazione, sicuramente ti sarai sorpreso nel trovare due veri e propri stili di pensiero contrapposti

  • SI AL FRANCHISING

    C’è chi del franchising ne fa una spada tratta ne vede tutti gli aspetti positivi; lo identifica come una grande opportunità ed enfatizza tutti i vantaggi che derivano da questo sistema

  • NO AL FRANCHISING

    E dall’altra c’è chi vede il franchising come un sistema assolutamente negativo soppesando ed enfatizzando maggiormente tali aspetti


In realtà, se guardi e leggi attentamente i commenti, ti accorgerai che entrambe le affermazioni sono di parte:

  • Il primo è tipico di chi ha un’esperienza dall’alto di chi propone franchising e si rifà all’esperienza di gestione.Questo punto di vista totalmente positivo è tipico del franchisor;
  • L’altro punto di vista, ovviamente, parte dal basso: è l’esperienza diretta di chi ha vissuto il franchising, o quantomeno ne ha visto le differenze con la propria attività indipendente.

Allora, quale strada scegliere? Aprire un negozio in franchising o scegliere il punto vendita indipendente?

Con questi due poli, così contrapposti, è difficile fare una valutazione… o almeno lo era sino a ieri!

Oggi la valutazione è possibile !

 

aprire un franchising

Per fare in modo che queste idee siano chiare e condivise per fare in modo che tu abbia un progetto di sviluppo univoco ho deciso di raccogliere e di analizzare in dettaglio tutti gli articoli dei materiali più interessanti che ho trovato sul Web e di sintetizzarli.

Ho creato per te una tabella riepilogativa in cui ho analizzato i punti di forza e di debolezza di entrambe le modalità.

Ho confrontato le argomentazioni a favore ed a sfavore di entrambe le strade per aiutarti nella valutazione e nella ardua scelta tra aprire un franchising o punto vendita indipendente.

E l’ho fatto in modo differente: aggiungendo le conoscenze acquisite in questi anni.

Ecco quindi cosa succede nelle varie fasi di realizzazione di un progetto in franchising o di uno indipendente.

ECCO il negozio in franchising ed il punto vendita indipendente a confronto….punto per punto.

 

FASE DI START-UP

 

SE APRI UN FRANCHISING
  • Ricevi consulenza ed assistenza dal franchisor.
  • Svolgi comunque le pratiche burocratiche, cosi come accade nell’attività in proprio
  • Hai Assistenza post apertura.
  • Rappresenta “l’unica scelta” per chi ha risorse economiche limitate, in quanto molto franchisor richiedono un investimento iniziale molto basso.
  • Il franchisor “vende” (o almeno dovrebbe) una forma già collaudata e di successo. Questo dovrebbe consentire di ridurre quegli errori che il singolo di solito commette per inesperienza. forse ai sentito l'affermazione "in genere è difficile che un negozio in franchising chiuda"
  • Possibilità di mettersi in proprio con meno rischi perché l’attività è già avviata, e si sfruttano insegna, prodotti e marchio che il mercato già conosce.
  • Il franchising è più semplice come scelta ma è meno redditizia e, se hai l’estro, non puoi esternarlo più di tanto perche dovrai seguire regole imposte dall’alto.
  • Il franchisor richiede dei diritti di ingresso ma viene giustificata da questo: infatti l’elevato costo è dovuto alle spese di promozione e marketing di cui il negoziante beneficia nella fase di avvio

 

SE APRI UN PUNTO VENDITA INDIPENDENTE
  • Puoi ottenere la stessa consulenza  acquistandola direttamente ( e scegliendo i professionisti che maggiormente ti ispirano)
  • Svolgi le pratiche burocratiche
  • non hai assistenza post apertura ,a puoi procurartela
  • Puoi ottimizzare le spese, scegliendo direttamente i fornitori e questo ti aiuta sopratutto se hai risorse limitate
  • Sfatiamo il mito della formula collaudata e di successo: anche i colossi sbagliano
  • La conoscenza del mercato territoriale è comunque affidata a te, è tua!

 

SUL PRODOTTO E SULL’ASSORTIMENTO

 

SE APRI UN FRANCHISING
  • Si vendono prodotti e servizi di qualità dato il monitoraggio continuo da parte del franchisor
  • Puoi vendere solo i loro prodotti e, a volte, la merce è troppo costosa

 

SE APRI UN PUNTO VENDITA INDIPENDENTE
  • Puoi vendere comunque prodotti e servizi di alta qualità se scegli una filiera certificata.
  • Puoi scegliere l’assortimento migliore e modificarlo per creare il giusto mix per il tuo target.

 

LA POLITICA COMMERCIALE

 

SE APRI UN FRANCHISING
  • Molti franchising (ma non tutti) permettono di restituire l’invenduto senza costi per il franchisee .
  • Gli imprenditori di questo settore possono acquistare a condizioni migliori ed a minor costo rispetto ad un business individuale
  • Devi accettare le politiche commerciali.
  • Devi versare una percentuale molto alta sui guadagni
  • Alcuni franchisor impongono un minimo ordinabile mensile

 

SE APRI UN PUNTO VENDITA INDIPENDENTE
  • L’invenduto devi smaltirlo tu con particolari politiche promozionali. Ma puoi cambiare in corso l’offerta per abbattere le giacenze.
  • Le condizioni migliori nella politica commerciale dipendono dal tipo di filiera. Con quella corta la situazione si inverte.
  • Puoi gestire le politiche commerciali.
  • non devi lasciare alcuna percentuale sui guadagni.
  • Il minimo ordinabile può imporlo anche un fornitore locale.

 

LA PROMOZIONE E COMUNICAZIONE

 

SE APRI UN FRANCHISING
  • L’inaugurazione o l’evento di apertura viene curato dalla casa madre.
  • Pubblicità sui media e stampa di manifesti e volantini compresa nel contratto
  • Promozione e marketing gestiti dalla casa madre (solitamente a livello nazionale)
  • Marchio conosciuto quindi meno costi di pubblicità.
  • I clienti fedeli al marchio o all’azienda verranno da te per forza di cose.

 

SE APRI UN PUNTO VENDITA INDIPENDENTE
  • L'inaugurazione, devi organizzarla tu, ma puoi scegliere un evento maggiormente adatto al tuo specifico territorio
  • Sei proprio sicuro che una comunicazione nazionale ti serva?
  • Quale fedeltà ti può garantire un brand? il 5%!. La puoi acquisire anche nel punto vendita tradizionale.

IL PUNTO VENDITA ED IL SUCCESSO DELLA ATTIVITA’

 

SE APRI UN FRANCHISING
  • Arredamento già scelto dalla casa madre
  • Il locale viene approvato (bada bene solo approvato) dal franchisor
  • Formazione adeguata sia sulle pratiche gestionali che sulle tecniche di vendita
  • Vendite ridotte se il locale non è collocato nel posto giusto
  • Nessuna agevolazione statale.
  • Spese gestionali importanti.

 

SE APRI UN PUNTO VENDITA INDIPENDENTE
  • L'arredamento puoi sceglierlo tu o affidarti ad un professionista esterno.
  • Con un buon commercialista e qualche corso puoi crearti una formazione adeguata alla gestione della tu attività!
  • Vendite buone se è scelto il luogo giusto! (il dove aprire una attività commerciale è fondamentale!)
  • Agevolazioni statali

 

Infine, permettimi di fare un passaggio sulla chiusura di un negozio in franchising.

So che l’articolo parla della apertura di un franchising o di un punto vendita indipendente, ma quello che ho visto in questi anni mi spinge a trasmetterti un concetto molto importante spesso trascurato.

Mi riferisco in particolar modo ai debiti post chiusura.

Sappi che

NEL MOMENTO IN CUI IL NEGOZIO IN FRANCHISING FALLISCE AVRAI GLI STESSI DEBITI E GI STESSI OBBLIGHI DI UN NEGOZIO INDIPENDENTE.

 

Se hai creato dei debiti, questi saranno a tuo carico, qualunque tipologia di attività tu abbia aperto (franchising o negozio indipendente).

 

Ora che abbiamo completato questa analisi a confronto, dimmi:

Ti sembrano uguali sotto l’aspetto gestionale ed organizzativo?

Ti sembra che, alla fine, chi più da una parte, chi più dall’altra si equiparino?

 

Pensaci un momento:

Nel negozio in franchising c’è:

  • rigidità di scelta;
  • maggiori garanzie;
  • processo già collaudato.

 

Nel punto vendita indipendente, invece:

  • Flessibilità di scelta;
  • minori garanzie;
  • processo da collaudare.

 

Quello che voglio dirti è che non c’è niente che tu non possa fare con il punto vendita indipendente che non puoi fare con un negozio in franchising e viceversa.

Da cosa dipende la scelta allora?

Dipende da TE sei tu la linea di demarcazione.

Sulla base di una analisi del tuo essere imprenditore puoi decidere quale tipologia di punto vendita più si adatta alle tue esigenze.

Io non credo che esistano formule vincenti o perdenti e che tutti i franchising siano vincenti per partito preso.

Non esistono negozi o franchising belli o brutti esistono attività che funzionano.

E perché tutto funzioni ogni attività deve essere riportata all’imprenditore.

Se vuoi approfondire quest’ultimo aspetto ne parlo qui, in cosa fare per aprire un negozio che si trasformi in una attività redditizia.

Condividi
About The Author

Luigia

Luigia Gabriele Specialista in marketing retail per piccoli punti vendita indipendenti e shopper marketer. "Dopo tanti anni dedicati a lavorare personalmente con punti vendita indipendenti delle più disparate tipologie, ho deciso di riportare tutte le mie competenze sul web e di renderle disponibili a quanti come te hanno una attività commerciale. Credo che in un periodo di crisi come questo, in cui aprire la serranda è diventato una battaglia quotidiana, avere suggerimenti e consigli, e magari anche un luogo virtuale in cui trovare professionisti ed altri imprenditori con cui confrontarsi, possa essere fondamentale."

Lascia un tuo commento

1 Comment

Leave A Response

* Denotes Required Field