Aprire un bar o un Coffe-Lunch restaurant?

aprire un bar
Condividi

ciao Luigia, voglio aprire un bar, no forse un coffe/lunch restaurant..! Come faccio a conoscere la giusta offerta che devo proporre al mercato?

Come faccio a decidere su cosa orientare la mia attività?

Grazie, Franco M.

Qualche tempo fa ho ricevuto questa e-mail da un imprenditore che aveva voglia di avviare una attività di ristorazione, ma non aveva ben chiara l’idea sulla tipologia di offerta: non sapeva se rimanere aperto a pranzo, e prolungarsi sino a cena.

Lui era già in possesso di una attività, ma in un altro quartiere della città, e, sapeva bene che ogni territorio è unico.

Ed è vero.

Il settore della ristorazione urbana, poi, è complesso e richiede almeno una prima valutazione di analisi di mercato per verificare le aree d’affari e individuare il giusto business.

Spesso, infatti, si rischia di aprire un bar, mantenerlo aperto a pranzo e -perché no!- anche nella fascia serale e così via.

Si incrementano notevolmente i costi di gestione senza conoscere quando, invece, è bene chiudere, e quando stare aperti.

Ricordo anni addietro un cliente, che partito con apertura mattutina, ha poi deciso di cambiare la strategia per rimanere aperto a pranzo, e poi a cena, e poi dopo cena.

Voleva rimanere sempre aperto, ha finito per chiudere per sempre!

Peccato!

Aveva un grande potenziale… e lo dicevano anche i fatturati giornalieri.Ma poi è subentrata (in quel cliente) la “sensazione” e le “visioni” non supportate dal alcun numero in merito.

A nulla è servito il consiglio principe, quello di sperimentare, fare un’area test prima di mettere in moto un meccanismo così costoso!

A volte, purtroppo, prevale il sogno, o meglio il miraggio!

Comunque, torniamo alla tua necessità.

Se vuoi aprire un bar che si trasformi in una attività redditizia, devi pensarci prima e sviluppare una piccola analisi preliminare. Una valutazione iniziale, non esaustiva, ma incentrata soprattutto sulla “Domanda” può essere un valido strumento di supporto all’apertura dell’attività.

Per entrare concretamente negli aspetti che vanno valutati ho pensato di riportarti una sintesi di una analisi preliminare che ho realizzato proprio per l’apertura di un nuovo Coffee/Lunch Restaurant.

Ma voglio prima dirti che se stai pensando di avviare la tua attività commerciale devi conoscere bene il territorio nel quale andrai a posizionarti.

E puoi farlo tranquillamente tu, da solo, con pochi strumenti e nella maggior part dei casi gratuiti.

È importante che tu lo faccia oggi, prima di avviare la tua attività commerciale.

E devi farlo a monte, prima di qualsiasi business plan!

Per aiutarti in questo percorso ho deciso di riportarti la sintesi di un mia pre-analisi. È solo una sintesi, ma potrebbe essere per te una guida iniziale, utile per aprire un bar, il tuo bar.

Quantomeno per farti rendere conto di quello che sai e di quello che dovresti sapere.

Quantomeno per stimolare in te domande chiave alla base di una qualsiasi attività di successo.

L’obiettivo preposto è la conoscenza del mercato, nel quale dovrai presentare la tua attività di ristorazione urbana con specifiche caratteristiche affini alle esigenze dell’area in cui si localizza.

 

Piccolo Suggerimento: prova a farlo anche tu!

Copia il testo che ti riporto qui sotto e sostituisci alle XX le informazioni ed ai 00 i numeri relativi.

Prova e verifica….a quante informazioni hai a tua disposizione e quali invece no.

Ricorda:

  • Questo descrittivo non è esaustivo di un progetto ma affronta i primi elementi per una analisi territoriale;
  • Se non hai le risposte, va bene! Ciò a cui non sai rispondere oggi, diventerà la tua prima domanda, già a partire dai prossimi minuti.

 

Analisi territoriale.

Il contesto territoriale nel quale avverrà l’apertura dell’attività, in via XX, insiste nella XX Circoscrizione, la quale si estende su una superficie territoriale di 0.000 chilometri quadrati e mostra una densità pari a 00.000 abitanti/kmq. Il quartiere xx insieme al territorio circostante costituisce il XXX (centro/periferia?) urbano, in cui si svolge la vita diurna e notturna della città.

La conoscenza dei dati territoriali, la struttura e l’eventuale evoluzione del suo tessuto, costituiscono un importante strumento finalizzato all’erogazione di servizi adeguati.

L’analisi territoriale evidenzia una numerosa presenza di strutture adibite al ristoro diurno e notturno, aprire un bar in questa zona richiede una specializzazione su prodotti e servizi. ( a meno che tu non sia in una via centralissima e per di più senza concorrenza, questo passaggio sulla specializzazione servirà anche a te.)

 

 Analisi della struttura demografica del territorio in osservazione.

analisi demografica per aprire un negozioDall’analisi demografica emerge che la popolazione residente in XX è pari a XXX.XXX unità. I residenti nella Circoscrizione XX al 20XX, sono pari a XXXXX unità,

  • di cui XX% maschi
  • XX% femmine
  • il XX% sono cittadini stranieri regolarmente residenti.

Secondo i dati dell’Anagrafe comunale, nel quartiere XX  la fascia d’età di popolazione giovanile compresa tra i 00 e i 00 anni (inserisci qui la fascia di età relativa alla popolazione che vuoi servire, il cliente primario della tua attività) costituisce circa il 00% dei residenti.

La percentuale più alta di residenti nel quartiere appartiene ad una fascia d’età più matura, la tendenza all’invecchiamento è manifestata anche dalla classificazione delle circoscrizioni della città in base al “grado di invecchiamento” , da cui è emerso che il quartiere xx appartiene alle aree circoscrizionali indicate come le più vecchie”.

È necessario approfondire l’analisi dei dati sulla popolazione della circoscrizione, dato il numero dei residenti rispetto al totale della città, al fine di comprendere le abitudini direttamente connesse al life style nel territorio.

 

Analisi socio-economica del territorio.

La presenza di centri d’impiego, uffici, banche, uffici postali, associazioni politiche e culturali, negozi, centri culturali come teatri, cinema, chiese, scuole pubbliche e paritarie, Università, strutture sanitarie, parchi auto, rendono il territorio ricco di attrazioni e pieno di fermento.

Tale attività si riscontra sia nella vita diurna che notturna. Ma prima di avviare una attività ed aprire un bar è bene valutare anche la presenza dei concorrenti ed il loro posizionamento.

 

Analisi dei concorrenti

Da un’analisi preliminare dei concorrenti, si riportano alcuni elementi cardine, necessari per il posizionamento del punto vendita:

  • i competitors: da prima valutazione del settore caffetteria è emerso che nella zona XX vi sono ben 00 caffetterie, di cui 00 di ottimo livello, e stentano tutte a sopravvivere.
  • fascia-prezzo: l’offerta cocktail è inflazionata
  • offerta-servizio: la formula citypeople, takeaway, scappa e fuggi, locali con buoni pasto e/o a basso prezzo è un mercato saturo nell’area di riferimento.

 

Conclusioni

Dallo studio preliminare effettuato sulla potenziale domanda di mercato, solitamente emergono diversi fattori che indicano la necessità di effettuare uno studio approfondito per:

  1. CONOSCERE NELLO SPECIFICO LA DOMANDA E SOPRATTUTTO I SEGMENTI DI MERCATO ANCORA SCOPERTI.
  2. CONTROLLO DEI COSTI DI GESTIONE DELL’ATTIVITÀ.
  3. DEFINIZIONE DEL LAYOUT, ARREDAMENTO.
  4. COMUNICAZIONE MIRATA

Ma prima di tutto ciò, c’è un aspetto chiave: un passo a cui non puoi rinunciare. se vuoi puoi leggerlo qui, nel mio articolo dedicato a cosa fare per aprire una attività che si trasformi in un business di successo.

 

Condividi
About The Author

Luigia

Luigia Gabriele Specialista in marketing retail per piccoli punti vendita indipendenti e shopper marketer. "Dopo tanti anni dedicati a lavorare personalmente con punti vendita indipendenti delle più disparate tipologie, ho deciso di riportare tutte le mie competenze sul web e di renderle disponibili a quanti come te hanno una attività commerciale. Credo che in un periodo di crisi come questo, in cui aprire la serranda è diventato una battaglia quotidiana, avere suggerimenti e consigli, e magari anche un luogo virtuale in cui trovare professionisti ed altri imprenditori con cui confrontarsi, possa essere fondamentale."

Lascia un tuo commento

Leave A Response

* Denotes Required Field